Dipartimento di Scienza della terra e dell'ambiente

Contenuti del sito

Menu di navigazione - Torna all'inizio


Contenuto della pagina - Torna all'inizio


Presentazione

Il Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente promuove e coordina ricerche orientate allo studio, comprensione, e modellizzazione a varie scale dei processi fisici, chimici e biologici che controllano il sistema Terra, con particolare attenzione all’evoluzione di litosfera, idrosfera, atmosfera e biosfera, di biocenosi e popolazioni e alle loro interazioni.

Il Dipartimento rappresenta un riferimento scientifico, tecnico e culturale per tutti i soggetti pubblici e privati impegnati nella gestione e pianificazione del territorio e dell’ambiente, nella salvaguardia della biodiversità, nella ricerca, gestione e utilizzo delle georisorse e nella conservazione dei beni culturali di loro pertinenza.

Presso il Dipartimento sono attivi i seguenti corsi di studio:

• Corsi di Laurea
o Laurea in Scienze e Tecnologie per la Natura (classe L-32)
o Laurea in Scienze Geologiche (classe L-34)

• Corsi di Laurea Magistrale
o Laurea Magistrale in Scienze della Natura (classe LM-60)
o Laurea Magistrale in Scienze Geologiche Applicate (classe LM-74)

Inoltre, è attivo il Dottorato in Scienze della Terra e dell’Ambiente.

Le strutture didattiche e di ricerca del Dipartimento sono dislocate su 4 sedi:

• Sezione Terra, via Ferrata 1: aule didattiche e aule studio, laboratori e studi dei docenti di area geologica, segreteria amministrativa e didattica;
• Orto Botanico, via Sant’Epifanio 14: aule didattiche e aule studio, laboratori e studi dei docenti di area botanica, uffici amministrativi e di supporto alla didattica;
• Botta 2, via Ferrata 9: laboratori e studi di docenti di area zoologica, supporto amministrativo;
• Palazzina ex Facoltà di Scienze, viale Taramelli 24: laboratori e studi di docenti di area zoologica.

Il Dipartimento è direttamente coinvolto nella gestione della Riserva Naturale Integrale Bosco “Siro Negri”, della Banca del Germoplasma, dell’Erbario e del Museo di Mineralogia. Tali strutture rappresentano un’importante risorsa di ricerca interdisciplinare e una rilevante opportunità didattica e di formazione.